Scuola libera

Come un utilizzo errato degli strumenti crea divisione invece che aggregazione

Continuity s.r.l., Sonia Baiamonte
A seguito dell'emergenza Covid-19 che ha notevolmente cambiato le nostre abitudini, aziende, scuole e famiglie hanno cercato di fare il possibile per continuare il proprio lavoro grazie all'utilizzo di strumenti che rendessero possibili conferenze e didattica a distanza.
Sfortunatamente però molti di questi strumenti richiedono un uso massiccio di webcam e microfoni, e relativo uso di banda che, di fatto, rischia di escludere una parte di partecipanti che non dispone , per esempio, di una buona connessione internet o di un pc "potente".
Gli insegnanti forse non sono consapevoli che, a fronte di un gran numero di partecipanti, come una classe numerosa, l'alunno può far fatica a seguire perchè, per esempio, il collegamento va a scatti vanificando l'obiettivo del docente di rendere la lezione fruibile a tutti, ciò appare più evidente se l'insegnante non dispone di una connessione ottimale

Altro aspetto da considerare è la difficoltà di concentrazione dei ragazzi, desiderosi di rivedere ed interagire con i propri compagni lontani. Gli studenti, non essendo avvezzi all'utilizzo giornaliero di tali strumenti potrebbero per esempio rendere la lezione difficoltosa, utilizzando il microfono in modo errato,interrompendo continuamente l'insegnante, che ha un tempo limitato a disposizione ( vedi il limite di 40 min di alcune app)

Si rischia così di utilizzare strumenti con l'obiettivo di creare aggregazione ma che ottengono l'effetto opposto, cioè escludere chi non ha "mezzi e connessioni potenti".


Continuity con la collaborazione del Pn Lug ha pensato di organizzare una conferenza per il 9 Aprile il cui tema sarà l'utilizzo di un noto strumento open source con grandi potenzialità perchè molto configurabile, chiamato Big Blue Button.

Insieme lo abbiamo testato e, a fronte del grande successo ottenuto, è stato messo a disposizione pro bono sui Server Continuity e testato da alcune scuole

Demo Logo
Demo Logo

Big Blue Button ha  tante funzionalità innovative e consentirebbe di poter fare una lezione strutturata e ordinata come a scuola.
Tra le varie funzionalità infatti vi è anche quella di silenziare i microfoni e spegnere le webcam degli alunni e lasciare pieno controllo della lezione all'insegnante.
Ma c'è di più, consente al singolo alunno di disabilitare tutte le altre webcam, quindi, nell'esempio della scuola, rimane attivo il collegamento continuo e senza interruzioni tra alunno e insegnante e disattiva la visione delle webcam dei compagni includendo di fatto anche il ragazzo che non dispone di connessione o computer adeguati.

Tutti, nessuno escluso, possono seguire la lezione con attenzione, con un rapporto 1 a 1 alunno e insegnante.

Big Blue Button ha anche un'importante qualità, la protezione dei dati dei propri utilizzatori che possono avere la garanzia che i loro dati, non verranno ceduti da nessuno in nessun posto. E non è poco!

Uno strumento efficace che è una perla rara, anche per le aziende che lavorano in smartworking.

Alla conferenza del 9 Aprile approfondiremo le funzionalità di Big Blue Button e, se il tempo ce lo consentirà, permetteremo di farlo testare ai partecipanti.
Speriamo di vedervi numerosi, per ulteriori informazioni potrete contattarci al nostro indirizzo mail pr@continuity.space

Se vuoi provare di persona

Con un team di esperti a tua disposizione che ti spieghi come funziona

Prossimo articolo dal nostro blog